Che cos'è l'Internet of Things (IoT)?

L'Internet of Things (IoT) è un concetto che descrive il modo in cui gli oggetti fisici possono essere collegati a Internet per lo scambio di dati con altri dispositivi.

Sono lontani i tempi in cui la connettività a Internet era relegata solo al computer fisso. Ormai Internet è sempre con noi, grazie ai dispositivi digitali mobili. E con la connettività mobile, il concetto stesso di Internet si sta espandendo. L'IoT comprende miliardi di oggetti connessi: oggetti di uso quotidiano dotati di sensori e altre tecnologie e in grado di inviare e ricevere dati attraverso Internet.

L'IoT è costituito da una rete di dispositivi intelligenti abilitati alla connessione Internet. Sebbene ognuno di questi dispositivi sia diverso, condividono tutti alcune caratteristiche tra di loro.

Nella loro forma più elementare, gli oggetti IoT raccolgono dati. Ogni oggetto è essenzialmente un computer autonomo con un proprio indirizzo IP. I dati vengono raccolti automaticamente attraverso i sensori incorporati e possono poi essere condivisi attraverso Internet, trasferendo i dati tra oggetti, sistemi e persone, senza la necessità di intervenire personalmente. Gli oggetti IoT variano in termini di complessità, da semplici dispositivi di monitoraggio a macchinari estremamente complessi autocontrollati e apparecchiature potenziate dall'intelligenza artificiale.

Quando un oggetto IoT interagisce con il mondo, i sensori in esso integrati raccolgono i dati rilevanti. Ad esempio, una moderna turbina eolica è in grado di raccogliere dati sulla temperatura del motore, sulla velocità del vento e sulle rotazioni.

Una volta acquisiti i dati, l'oggetto li invia al cloud. Per farlo, può utilizzare una serie di modalità, tra cui connessioni ethernet dirette, Wi-Fi, connessioni cellulari 4G o 5G, Bluetooth, reti WAN a bassa potenza o satelliti. Ognuna di queste opzioni ha i suoi punti di forza e i suoi limiti in termini di larghezza di banda, portata e disponibilità; i singoli dispositivi IoT sono spesso ottimizzati per protocolli di connettività specifici.

Quando i dati IoT arrivano nel cloud, vengono elaborati da un software basato su server. Al termine di questo processo, le informazioni vengono messe a disposizione dell'utente finale. Nell'esempio del termostato intelligente, i dati sulla temperatura vengono confrontati con un intervallo predeterminato: se la temperatura rientra nell'intervallo accettabile, non è necessario intervenire, ma se la temperatura è al di fuori di tale intervallo, il termostato può avvisare l'utente o attivare automaticamente i sistemi di riscaldamento o raffreddamento della stanza per riportare la temperatura entro l'intervallo accettabile.

Per quanto riguarda le applicazioni B2B, i dati vengono messi a disposizione dei team operativi remoti, che si occupano della valutazione e dell'analisi di qualsiasi problema rilevato in base a regole predefinite. Questi team decidono quindi se affrontare il problema da remoto o se inviare un tecnico del servizio esterno per risolverlo in loco. In alternativa, gli eventuali problemi possono essere risolti preventivamente. Monitorando le apparecchiature alla ricerca di segnali d'allarme, i team operativi remoti possono scegliere di eseguire la manutenzione preventiva per risolvere i problemi in anticipo, anziché aspettare che l'apparecchiatura in questione si guasti completamente.

In molti casi, gli utenti possono interfacciarsi direttamente con la piattaforma IoT attraverso un'applicazione a essa collegata, tramite il proprio dispositivo mobile o il browser Web. In questo modo possono impostare i parametri e le regolazioni o semplicemente controllare le prestazioni del dispositivo. Quando l'utente apporta modifiche all'apparecchiatura, il dispositivo IoT invia le informazioni al cloud, dove vengono elaborate e poi recapitate al dispositivo stesso.

Con la crescita dell'Internet of Things, crescono anche i casi di utilizzo di oggetti tradizionalmente non digitali che beneficiano della connettività a Internet. Di fatto, si passa da lampadine intelligenti la cui luminosità può essere adattata alla disponibilità giornaliera di luce solare a intere fabbriche intelligenti in grado di collegare sistemi e apparecchiature precedentemente eterogenei per contribuire a perfezionare e ottimizzare le operazioni.

La maggior parte di queste applicazioni nel mondo reale rientra in tre categorie:

Dispositivi IoT - ServiceNow

Consumer IoT

Il consumer IoT è costituito dai dispositivi IoT fisici acquistati, posseduti e gestiti dai singoli consumatori. Questi includono molti degli oggetti intelligenti più conosciuti, come:

  • Fitness tracker
  • Sensori per la salute
  • Termostati intelligenti
  • Sensori per la qualità dell'aria
  • Serrature intelligenti
  • Assistenti audio
  • Stampanti wireless
  • Telefoni VoIP
  • Illuminazione intelligente
  • Sensori d'urto
  • Dispositivi per il monitoraggio e il controllo dei consumi domestici
  • Apparecchi intelligenti
  • Rilevatori di fumo intelligenti

Enterprise IoT

Sebbene, in termini di tecnologie specifiche, spesso il consumer IoT e l'enterprise IoT coincidano, quest'ultimo si concentra sulla raccolta e la condivisione di dati rilevanti per le aziende e i punti vendita e sull'intervento. Alcuni esempi sono:

  • Turbine eoliche intelligenti
  • Veicoli connessi
  • Smart grid energetiche
  • Dispositivi di monitoraggio del suolo/irrigazione
  • Tracker della filiera
  • Etichette per il monitoraggio dell'inventario
  • Dispositivi di monitoraggio del paziente
  • Sistemi di agricoltura intelligente

Industrial IoT

Anche l'Industrial IoT (IoT) si sta affermando, consentendo a fabbriche, produttori e altre organizzazioni industriali di comprendere e gestire meglio l'interazione dei dispositivi. Questi sistemi includono:

  • Sistemi di controllo industriale
  • Monitor di produzione
  • Dispositivi di analisi predittiva delle macchine
  • Dispositivi indossabili dal personale
  • Sistemi di controllo qualità
  • Automazione e ottimizzazione dei processi in remoto
  • Sensori di temperatura, flusso, pressione e umidità
  • Avvisi di manutenzione basati sulle condizioni
  • Segnalatori di posizione

Vale anche la pena di notare la grande sovrapposizione tra queste categorie, dal momento che alcuni dispositivi IoT sono impiegati in applicazioni consumer, enterprise e industrial.

I vantaggi dell'IoT in ambito aziendale sono numerosi e ormai chiari, ma forse i più importanti sono quelli che riguardano l'assistenza personale e l'ottimizzazione dei processi. Qui di seguito, evidenziamo alcuni vantaggi chiave:

Personale più produttivo

Il personale può creare o distruggere un'azienda. Quando dispone delle risorse e del supporto di cui ha bisogno, può svolgere meglio le sue funzioni e promuovere la crescita del business in tutta l'azienda. L'IoT aiuta personale e manager, consentendo analisi accurate, una collaborazione semplificata tramite dispositivi portatili e la possibilità di monitorare, controllare e gestire più efficacemente l'intera forza lavoro di un'azienda. L'IoT consente anche di migliorare l'automazione, con l'impiego da parte degli uffici di una serie di dispositivi connessi che aiutano ad automatizzare le attività ripetitive e permettono ai membri del personale più validi di concentrarsi su lavori più complessi. Di conseguenza, la forza lavoro potenziata dall'IoT può ottenere di più in meno tempo.

Process optimization

Il primo passo per l'ottimizzazione i processi è la raccolta di dati su come e quando vengono utilizzati. I dispositivi IoT forniscono tali dati in modo automatico e costante, consentendo ai team di management dei processi aziendali di analizzarli, valutando i punti di forza e le debolezze e identificando le inefficienze o altri potenziali problemi. Fornendo un quadro chiaro dei processi aziendali esistenti, l'IoT può aiutare le organizzazioni a perfezionare e migliorare le modalità di esecuzione di attività fondamentali.

Esperienza clienti migliorata

Ogni cliente è un individuo unico, con esigenze e desideri particolari. Per offrire un'esperienza clienti positiva è necessario comprendere e soddisfare tali esigenze a livello personale. L'IoT può fornire dati affidabili relativi alle abitudini e alle preferenze di acquisto dei clienti. Analizzando il comportamento tramite l'utilizzo di prodotti connessi, le aziende possono sviluppare un quadro più accurato del pubblico e dei singoli clienti. Grazie a queste informazioni, possono quindi personalizzare in modo più accurato l'esperienza di ogni cliente.

Monitoraggio e controllo a distanza

Le organizzazioni che utilizzano oggetti IoT possono raccogliere grandi quantità di informazioni precise e aggiornate relative ai propri prodotti e sistemi interni. Ad esempio, monitorando i dati di uno specifico macchinario, un'azienda può identificare rapidamente un componente difettoso e intervenire per ripararlo o sostituirlo prima che si guasti e causi danni. Allo stesso modo, il monitoraggio costante è una soluzione affidabile per i problemi legati alla conformità normativa. I dispositivi, i processi o il personale che non rispettano le normative possono essere rapidamente identificati e si può intervenire per riallinearli.

Nonostante l'IoT presenti diversi vantaggi, porta con sé anche potenziali problemi di sicurezza di cui aziende e consumatori dovrebbero essere consapevoli.

Condivisione eccessiva di dati sensibili

Poiché molti dispositivi IoT sono progettati per raccogliere e condividere automaticamente i dati, alcune informazioni sensibili potrebbero essere esposte. Ad esempio, un dispositivo IoT di assistenza vocale in grado di ascoltare le conversazioni per determinare gli interessi e le abitudini di acquisto può anche raccogliere dati personali sensibili. Tutto ciò che viene detto a portata d'orecchio del dispositivo è essenzialmente facile bersaglio per l'oggetto. Spesso spetta agli stessi produttori di oggetti IoT assicurarsi che i dati sensibili non vengano utilizzati in modo inappropriato.

Protezione inefficace dagli hacker

Molti dispositivi IoT sono essenzialmente computer ridotti e semplificati per svolgere solo le attività più elementari (come la raccolta e la condivisione di dati). Ma si tratta pur sempre di computer connessi a Internet e, nel semplificare i processi operativi, molte aziende IoT potrebbero rendere questi dispositivi più suscettibili alle minacce esterne.

E mentre un hacker potrebbe non essere in grado di superare i firewall e le altre misure di sicurezza a protezione di un computer fisso aziendale o un dispositivo mobile integrato, potrebbe riuscire benissimo a entrare nel sistema attraverso un macchinario industriale IoT non protetto. In questo modo, non solo è in grado di attaccare direttamente i dispositivi IoT fondamentali, ma può anche ottenere l'accesso alla rete aziendale dall'interno, con la possibilità di intercettare, compromettere e rubare dati importanti.

Incapacità di correggere le falle esistenti

Una problematica esposta dai produttori di dispositivi IoT, purtroppo, è che molti di questi dispositivi presentano delle falle nel software che non possono essere corrette con una patch. Gli stessi oggetti IoT non dispongono di funzionalità di aggiornamento, per cui pur identificando le falle, gli utenti hanno pochissime opzioni per assicurarsi che queste non vengano sfruttate. Ciò mette permanentemente a rischio alcuni dispositivi IoT.

Proteggere i dispositivi IoT, oltre agli utenti e alle aziende che si affidano a loro, può rivelarsi difficile. Le funzioni di sicurezza aggiuntive richiedono risorse IoT limitate e possono avere un impatto sulla funzionalità di un oggetto IoT. Allo stesso tempo, tra i fornitori di servizi IoT vi è una scarsa uniformità in termini di miglioramento della protezione dell'IoT.

Ciononostante, utenti e aziende possono comunque adottare misure per difendersi da alcune delle minacce alla sicurezza IoT più prevedibili, tramite:

  • Password più forti
  • Miglioramento dell'autenticazione/autorizzazione
  • Segmentazione della rete
  • Crittografia avanzata
  • Crittografia pratica

Con un numero sempre maggiore di dispositivi connessi e operativi online, la necessità di aumentare la capacità dei dati diventa ancora più imperativa. Invece di gestire questa crescente esigenza utilizzando server e archivi di dati interni, la maggior parte delle organizzazioni che si occupano di IoT sta passando all'elaborazione dei dati nel cloud. Le piattaforme cloud digitali rappresentano una risorsa naturale per l'IoT e consentono alle aziende di integrare i dati con i sistemi e i processi pertinenti, per un approccio più efficiente all'IoT. ServiceNow è in prima linea su questo fronte.

Sviluppato sulla pluripremiata Now Platform, Connected Operations di ServiceNow consente alle aziende di sfruttare appieno il valore dei loro investimenti nell'IoT, permettendo alle imprese di andare oltre le dashboard e affidarsi alla risoluzione automatica dei problemi. Combinando i dati IoT con workflow digitali avanzati, Connected Operations offre alle aziende la possibilità di risolvere le questioni automaticamente prima che diventino problemi e di riunire i team su un'unica piattaforma centralizzata.

Con un numero sempre maggiore di dispositivi connessi e operativi online, la necessità di aumentare la capacità dei dati diventa ancora più imperativa. Invece di gestire questa crescente esigenza utilizzando server e archivi di dati interni, la maggior parte delle organizzazioni che si occupano di IoT sta passando all'elaborazione dei dati nel cloud. Le piattaforme cloud digitali rappresentano una risorsa naturale per l'IoT e consentono alle aziende di integrare i dati con i sistemi e i processi pertinenti, per un approccio più efficiente all'IoT. ServiceNow è in prima linea su questo fronte.

Sviluppato sulla pluripremiata Now Platform, Connected Operations di ServiceNow consente alle aziende di sfruttare appieno il valore dei loro investimenti nell'IoT, permettendo alle imprese di andare oltre le dashboard e affidarsi alla risoluzione automatica dei problemi. Combinando i dati IoT con workflow digitali avanzati, Connected Operations offre alle aziende la possibilità di risolvere le questioni automaticamente prima che diventino problemi e di riunire i team su un'unica piattaforma centralizzata.

Approfondisci l'IoT

Scopri di più su ServiceNow Connected Operations e vai oltre le dashboard per una risoluzione dei problemi automatizzata grazie all'IoT.

Contatti
Demo