Che cos'è IoT Device Management?

IoT Device Management descrive i processi e le pratiche utilizzate per configurare, monitorare e mantenere i dispositivi connessi all'interno di un ambiente IoT.

Con il continuo progresso della connettività wireless e delle tecnologie dei sensori a basso costo e a basso consumo, un numero sempre maggiore di dispositivi viene potenziato con le funzionalità Internet. Ciò ha creato un'intera Internet of Things (IoT), in grado di inviare e ricevere informazioni con altri dispositivi direttamente tramite Internet.

L'IoT va ben oltre i dispositivi mobili e i tablet; gli attuali dispositivi connessi includono ogni cosa, dai rilevatori di fumo intelligenti ai monitor per la salute indossabili. E le aziende non fanno eccezione: la maggior parte delle organizzazioni moderne incorpora intere flotte di dispositivi IoT per task come la raccolta di dati, il routing e l'edge computing. Ma con l'ampliamento delle capacità che l'IoT offre alle aziende, è possibile che possano creare problemi se non vengono gestiti correttamente.

IoT Device Management fornisce la soluzione, consentendo alle organizzazioni di monitorare e controllare meglio i propri dispositivi IoT essenziali e di utilizzare le informazioni ricavate dai dati IoT nel processo decisionale e nello sviluppo della strategia.

I requisiti di base della IoT Device Management possono essere suddivisi nelle seguenti cinque categorie:

Onboarding

Affinché un dispositivo diventi parte dell'IoT deve prima essere connesso correttamente a Internet. In termini di gestione dei dispositivi IoT, la fase di onboarding consiste in autenticazione e provisioning. L'autenticazione include la verifica delle credenziali di ogni dispositivo proposto, rifiutando quelle che non soddisfano gli standard di autenticazione. Durante l'autenticazione, il dispositivo stabilisce una connessione sicura tra con il sistema o la piattaforma IoT e, se le sue credenziali sono valide, riceve dati di configurazione aggiuntivi. Il provisioning è il processo generale di registrazione del dispositivo nel sistema. Un provisioning efficace non è solo un passaggio necessario per le nuove aziende che cercano di essere subito operative, ma è anche essenziale per accelerare il time-to-market su progetti specifici e garantire che i nuovi dispositivi non espongano l'organizzazione agli attacchi.

Configuration

Sebbene la maggior parte dei dispositivi sia fornita con un certo livello di preconfigurazione standard, è improbabile che queste "impostazioni di fabbrica" siano le configurazioni ottimali per l'organizzazione o il caso di utilizzo specifico (ad esempio, la posizione di distribuzione del dispositivo o il suo ruolo). IoT Device Management deve essere in grado di configurare ulteriormente i dispositivi connessi per funzionare in modo ottimale nell'ecosistema IoT dell'organizzazione.

Manutenzione

Anche i dispositivi IoT correttamente autenticati e configurati potrebbero non essere in grado di funzionare in modo ottimale per lunghi periodi di tempo. Gli aggiornamenti del firmware potrebbero introdurre bug, potrebbero essere rilevate nuove vulnerabilità di sicurezza o l'ambito di alcuni progetti potrebbe semplicemente cambiare. La manutenzione dell'IoT è necessaria per garantire che questi dispositivi sul campo possano essere aggiornati quando necessario, in modo che rimangano validi e sicuri.

Diagnostica

Di pari passo con la manutenzione, la diagnostica IoT consente alle organizzazioni di monitorare da vicino i dispositivi connessi per ridurre il rischio di downtime, guasti alla sicurezza, bug del firmware, ecc. Allo stesso tempo, una diagnostica adeguata fornisce alle aziende le informazioni necessarie per impiegare la manutenzione predittiva, incorporando analisi avanzate e rivelando informazioni chiave e cause principali, prima che piccoli problemi possano trasformarsi in problemi significativi.

Gestione della fine del ciclo di vita

Insieme, l'onboarding, la configurazione, la manutenzione e la diagnostica sono in grado di supportare e ottimizzare i dispositivi IoT per l'intera durata di utilizzo. Ma cosa succede al termine del ciclo di vita? Quando i progetti raggiungono il completamento o i singoli dispositivi diventano obsoleti, la gestione dei dispositivi IoT è responsabile dello smantellamento dei dispositivi in modo sia sicuro sia conveniente. Spesso, anche i dispositivi sostitutivi devono essere preparati a intervenire e a prendere il controllo di quelli smantellati. L'obiettivo della gestione della fine del ciclo di vita è ridurre al minimo i rischi di perdite di dati, tempi di inattività e problemi di sicurezza derivanti da un sistema temporaneamente compromesso.

Le principali piattaforme di IoT Device Management spesso includono le seguenti caratteristiche:

  • Registrazione e distribuzione in blocco dei dispositivi collegati
  • Organizzazione dei dispositivi in gruppi rilevanti
  • Indicizzazione e ricerca dei parchi dispositivi
  • Registrazione del dispositivo
  • Gestione e aggiornamento dei dispositivi in remoto
  • Scripting personalizzato
  • Tunneling della sicurezza per la diagnosi e la risoluzione dei problemi
  • Dashboard personalizzabili per il controllo centralizzato dei dispositivi

Consentendo alle organizzazioni di monitorare e controllare meglio i propri dispositivi IoT connessi, la gestione dei dispositivi IoT offre numerosi vantaggi significativi. Questi includono:

Registrazione più veloce dei dispositivi IoT

IoT Device Management fornisce strumenti e soluzioni per ridurre i tempi di sviluppo, configurazione e implementazione dei dispositivi connessi, rendendo sostanzialmente possibile alle organizzazioni l'operatività immediata dell'intera rete. IoT Device Management può anche realizzare architetture affidabili per il futuro, consentendo implementazioni successive su larga scala con tempi e sforzi notevolmente ridotti.

Vantaggi della IoT Device Management - ServiceNow

Organizzazione dei dispositivi migliorata

Una gestione efficace dei dispositivi offre le funzionalità per organizzare i dispositivi in gruppi e gerarchie e per gestire le policy di accesso pertinenti per ciascuno di essi. Ciò semplifica il monitoraggio e il funzionamento dei dispositivi e consente di armonizzarli alle pratiche aziendali e di sicurezza stabilite.

Gestione più semplice dei dispositivi remoti

Può essere difficile accedere ai dispositivi senza patch o non aggiornati. IoT Device Management consente di aggiornare il software da remoto, nonché di eseguire patch di sicurezza, riavvii e ripristini di fabbrica in un intero parco IoT. Inoltre, nel caso in cui i singoli dispositivi riscontrino problemi, IoT Device Management consente alle organizzazioni di raggiungere, risolvere e correggere molti di questi problemi da remoto.

Localizzazione semplificata dei dispositivi

Quando è necessario individuare un singolo dispositivo tra potenzialmente migliaia di apparecchi IoT, IoT Device Management è in grado di utilizzare una combinazione di attributi dei dispositivi per trovare specifici dispositivi in tempo reale. In questo modo le aziende possono risolvere i problemi e recuperare i dispositivi problematici il più rapidamente possibile.

IoT device management non è limitata solo alle organizzazioni con ecosistemi IoT estremamente grandi, ma può essere utilizzata in modo efficace in una varietà di settori e applicazioni. Detto questo, le applicazioni più comuni includono:

Industriale

Con IoT device management, le aziende possono connettere intere flotte di dispositivi industriali in modo rapido, preciso e con il minimo sforzo. Il monitoraggio dettagliato dei dispositivi consente di monitorare le metriche delle prestazioni e rilevare potenziali problemi in interi settori industriali, apportando modifiche alla configurazione ove necessario.

Commerciale

Con IoT device management, le organizzazioni possono facilmente raggruppare interi parchi di dispositivi commerciali in modo gerarchico, in base a una serie di categorie. Queste categorie includono requisiti di sicurezza, funzione, posizione e altro ancora. IoT device management consente inoltre di mettere sotto osservazione i singoli dispositivi o adottare un approccio più completo e intraprendere azioni in un'intera flotta.

Cliente

Tradizionalmente, i dispositivi IoT di consumo sono più difficili da gestire. La gestione dei dispositivi IoT facilita una governance efficace dei dispositivi già implementati sul campo, consentendo alle organizzazioni di inviare aggiornamenti e patch e di migliorare la funzionalità dei dispositivi senza influire negativamente sull'esperienza utente.

Sebbene le funzionalità specifiche della IoT device management possano variare da piattaforma a piattaforma, la maggior parte delle opzioni della IoT device management in genere offrono alle organizzazioni le seguenti funzionalità:

Inviare e ricevere dati

IoT device management funge da hub centrale da cui comunicare in tempo reale con i dispositivi implementati. Gli operatori possono inviare e ricevere informazioni importanti, tramite il Web utilizzando il protocollo HTTP o direttamente tra dispositivi con il protocollo MQTT.

Eseguire un workflow

La gestione IoT consente alle organizzazioni di definire workflow essenziali utilizzando i dati raccolti dai dispositivi connessi. Workflow definiti dai dati contribuiscono a promuovere azioni più efficaci ed efficienti.

Semplificare la manutenzione

Adeguatamente gestiti, i dispositivi IoT sono in grado di fornire agli operatori un flusso costante di dati dei sensori. Ciò aiuta a informare l'organizzazione di potenziali problemi non appena si verificano. Inoltre, molte soluzioni IoT consentono alle organizzazioni di eseguire interventi di manutenzione regolari e riparazioni di emergenza del software da remoto, spesso senza tempi di inattività significativi dei dispositivi.

Intervenire

IoT device management riunisce i dispositivi correlati, consentendo loro di intervenire in base ai dati che scambiano tra loro. Ad esempio, se un sensore di comando della climatizzazione rileva una variazione della temperatura ambientale, può inviare tali dati alla relativa unità HVAC, che a sua volta interviene automaticamente per mantenere la temperatura desiderata.

Eseguire l'analisi

Una volta connessi i dispositivi, IoT device management consente alle organizzazioni di monitorare i dispositivi associati alle operazioni e alle attività aziendali, visualizzare e analizzare i dati in entrata, misurare la telemetria e quindi utilizzare le informazioni sui dati per intervenire. Le aziende possono inoltre ottimizzare le proprie risorse in base al monitoraggio IoT, esaminare le tendenze storiche nel tempo ed eseguire analisi delle cause di fondo per rilevare problemi con apparecchiature e dati critici.

IoT device management è essenziale per le organizzazioni che gestiscono flotte di dispositivi connessi, ma è solo l'inizio. Con ServiceNow, sarà possibile combinare i dati IoT con i flussi di lavoro per consentire una manutenzione proattiva, tempi di attività più elevati e una maggiore soddisfazione dei/delle clienti.

Basato sulla pluripremiata Now Platform, ServiceNow Connected Operations offre alle organizzazioni la possibilità di trasformare in modo semplice e rapido i dati IoT in informazioni utili. Ottieni maggiore visibilità e monitoraggio su più siti e clienti, applica regole e contesto aziendale per identificare i problemi in tempo reale e collega team e reparti pertinenti attraverso una posizione centralizzata.

In tutto il mondo, l'Internet of Things si sta espandendo per includere sempre più dispositivi connessi. ServiceNow offre alle aziende la possibilità di espandersi insieme a esso, con una gestione efficace dei dispositivi IoT incentrata sui dati. Scopri di più su ServiceNow Connected Operations e ottieni di più dai tuoi dispositivi connessi.

Approfondisci ServiceNow Connected Operations

Trasforma i dati in azioni per ottenere valore dai tuoi investimenti IoT.

Contatti
Demo