Che cos'è un grafico di burndown?

Un grafico di burndown è una rappresentazione visiva del modo in cui un team agile sta lavorando in vista di una scadenza e descrive in dettaglio il lavoro ancora da svolgere, nonché il tempo rimanente.

Nel framework Scrum (una metodologia Agile), il lavoro viene completato da piccoli team interfunzionali, in cui le attività vengono pianificate ed eseguite in cicli brevi, che in genere non durano più di quattro settimane. Durante questi sprint o iterazioni, il team lavora insieme senza interruzioni, organizzando in modo indipendente la quantità di lavoro da completare durante il ciclo. Il grafico di burndown aiuta i team a visualizzare i progressi all'interno dello sprint, utilizzando un semplice grafico a linee tracciato in funzione del tempo e del lavoro rimanenti.

Il grafico di burndown illustra brevemente se lo sprint procede come previsto o se il team dovrà apportare alcune modifiche per raggiungere l'obiettivo stabilito. Più specificamente, aiuta i team a realizzare quanto segue:

Creazione di report relativi all'impegno stimato per le attività

Il completamento di un progetto o di uno sprint entro una scadenza richiede una chiara comprensione del livello di impegno richiesto. I grafici di burndown rappresentano in modo chiaro l'impegno residuo stimato per le attività non completate, il quale può essere utilizzato dai team per la creazione di report. Grazie alla visualizzazione e all'analisi dell'impegno residuo, i team possono apportare modifiche più facilmente, se necessario, per conseguire i propri obiettivi.

Visualizzazione dell'avanzamento del lavoro

Uno dei maggiori vantaggi di un grafico di burndown è la sua semplicità: il grafico è facile da leggere e i team traggono vantaggio dall'uso di questo strumento come indicatore dei progressi. Visualizzando i progressi (o la mancanza degli stessi) rispetto a progetti specifici, i team possono apportare correzioni e rivalutare i processi in tempo reale.

I grafici di burndown non sono gli unici strumenti di visualizzazione della metodologia Scrum. Infatti, i grafici di burnup condividono un sistema di coordinate simile a quello dei grafici di burndown, ma spostano la loro attenzione da ciò che resta da fare a ciò che è già stato fatto.

In un grafico di burndown, la quantità di lavoro da eseguire diminuisce, il che si traduce in un calo visibile man mano che si procede verso destra.

Al contrario, in un grafico di burnup, la quantità di lavoro da completare è raffigurata come una linea retta nella parte superiore del grafico, mentre una seconda linea viene utilizzata per tenere traccia del lavoro completato. Il grafico di burnup inizia in corrispondenza dello zero e aumenta procedendo verso destra man mano che i team completano le proprie attività.

In altre parole, un grafico di burndown mostra ciò che resta da fare, mentre un grafico di burnup aiuta a visualizzare ciò che è stato fatto. I diagrammi di burndown rappresentano spesso l'approccio più semplice, in quanto combinano il lavoro completato e il lavoro totale in un'unica linea che si sposta verso lo zero con l'avanzare del progetto. I grafici di burnup sono leggermente più complessi, perché separano il lavoro e il lavoro totale, rappresentati nel grafico sotto forma di due linee distinte. Questi strumenti forniscono un quadro più chiaro e informativo della realtà del progetto, aiutando i team a identificare in modo specifico i punti in cui potrebbero verificarsi problemi.

Grafico che mostra la differenza tra i grafici di burndown e i grafici di burnup

Oltre ad essere relativamente semplici da costruire e di facile lettura, i grafici di burndown offrono numerosi ed evidenti vantaggi, persino in confronto a grafici di burnup più dettagliati.

Probabilmente il vantaggio più evidente del grafico di burndown è quello di offrire un quadro chiaro dei progressi del progetto. Questa tipologia di grafico offre ai team agili una rappresentazione visiva e facile da seguire del modo in cui procede lo sprint, fungendo da report di stato e mostrando i dati più importanti per garantire che tutti i soggetti coinvolti siano sempre informati sull'andamento del progetto.

I grafici di burndown favoriscono inoltre la pianificazione e il monitoraggio delle attività, offrendo una visione chiara dello stato di avanzamento del progetto, incluse la velocità, l'accelerazione ed eventuali patch lenti che potrebbero verificarsi. Ciò non solo migliora le attività di reporting e di analisi, ma aiuta inoltre i team a delineare piani e obiettivi più accurati per i progetti futuri.

Allo stesso modo, un grafico di burndown efficace aiuta i team a identificare i problemi non appena si verificano. Quando il lavoro stagna, i membri del team possono coordinarsi per individuare e risolvere le cause all'origine del problema prima che quest'ultimo diventi più serio. In questo modo si riducono i rischi associati ai progetti, aumentando la probabilità di ottenere risultati positivi.

Infine, i grafici di burndown promuovono una comunicazione efficace. Grazie alla creazione di un grafico semplice che illustra i progressi del progetto, la collaborazione e la comunicazione diventano più semplici.

Se uno dei maggiori vantaggi del grafico di burndown risiede nella sua semplicità, questa mancanza di complessità può tuttavia comportare alcune difficoltà. Il grafico di burndown raffigura quanti punti requisiti sono stati completati in un determinato periodo di tempo, ma non è in grado di misurare o mostrare la portata complessiva del lavoro.

Ad esempio, un grafico di burndown può identificare i cambiamenti, ma non è in grado di distinguere tra le modifiche che risultano dai elementi completati e quelle che derivano dall'aumento o dalla diminuzione del numero di punti requisito. In questi casi, un grafico di burnup può costituire un approccio più efficace.

Come già detto in precedenza, il grafico di burndown si presenta sotto forma di un semplice grafico a due righe. La sequenza temporale viene visualizzata lungo l'asse delle x in basso e l'asse delle y indica l'impegno rimanente necessario per completare il progetto. Le due linee rappresentano quanto segue:

Lavoro ideale

Si tratta di una linea retta che scende da destra verso sinistra, collegando il punto di partenza (giorno 1) al punto finale (scadenza). La linea inizia nella parte superiore dell'asse delle y e termina quando attraversa l'asse delle x nel punto che corrisponde alla scadenza, indicando che non vi sono più lavori da eseguire e che non vi è più tempo per realizzarli. Si tratta di una linea ideale basata su stime, raramente accurata. Essa rappresenta una proiezione semplificata dell'avanzamento del progetto.

Lavoro effettivo rimanente

La linea corrispondente al lavoro effettivo inizia esattamente nello stesso punto di quella del lavoro ideale (il primo giorno tutte le attività risultano da completare), ma probabilmente oscillerà verso l'alto o verso il basso con l'avanzare dello sprint. Ogni giorno, man mano che le attività vengono completate, viene aggiunto un nuovo punto alla riga che si sposta verso destra, in direzione della data di scadenza.

Man mano che il grafico si sviluppa, il confronto delle due linee fornisce un'idea dei progressi del progetto. Se il lavoro effettivo è al di sotto della linea del lavoro ideale, il lavoro rimanente sarà inferiore a quello previsto per un dato giorno e il progetto potrà essere considerato in anticipo rispetto ai tempi previsti. Se, d'altra parte, la linea del lavoro effettivo è al di sopra di quella del lavoro ideale, vi sono più attività rimanenti del previsto e il progetto è in ritardo.

Sebbene questa configurazione rappresenti il grafico di burndown nella sua forma più basilare, quest'ultimo può mostrare maggiori dettagli aggiungendo i seguenti elementi:

  • Previsione portata
    La possibilità del cambiamento di portata sulla base di dati storici
  • Previsione rimanente
    Previsione del burndown per date future; indica se lo sprint può essere completato entro la scadenza, sulla base di dati storici.

ServiceNow, leader mondiale nella gestione dei servizi IT, fornisce alle organizzazioni gli strumenti e le risorse necessari per creare grafici di burndown potenti ed efficaci. L'Agile 2.0 Sprint Dashboard di ITBM consente agli utenti di visualizzare e tenere traccia in modo chiaro dei progressi della storia. La dashboard include una varietà di widget, tra cui Portata, Percentuale di completamento, Tempo trascorso, Punti impegnati, Lavoro bloccato, e Stime mancanti.

Integrando report di burnup e burndown dettagliati e di facile lettura e utilizzando le informazioni risultanti per creare un diagramma di flusso cumulativo, Agile 2.0 Dashboard fornisce informazioni essenziali sullo stato attuale del progetto. Ciò include i cambiamenti e le tendenze relativi alla portata, la quantità di lavoro completata e la quantità di attività ancora da svolgere, il numero totale di storie, il numero di storie che potrebbero mancare di stime, la probabilità di completare lo sprint entro la scadenza e molto altro ancora. Grazie a queste informazioni, i team possono comprendere meglio il ritmo di lavoro ideale, la quantità di lavoro rimanente e se è probabile che la portata venga completata prima della fine dello sprint.

Ottieni le informazioni di cui hai bisogno per gestire e monitorare in modo accurato i team in un ambiente Agile, con ServiceNow.

Scopri di più su ServiceNow ITBM

Crea più valore con una strategia di IT e aziendale allineata utilizzando la nostra soluzione scalabile ITBM.