Created with Sketch.

Recovery Email

Your account give you access to even more premium content, don't lose access to it. Provide a recovery email below.
  • Secondary E-mail
Munich Re uses ITOM on the Now Platform 
Munich Re logo marquee

Come possiamo ottenere una maggiore capacità di audit?

9

mesi per realizzare un progetto di 15 mesi

99%

di componenti chiave del CMDB individuati automaticamente

30%

in più di database SQL scoperti rispetto ai sistemi manuali precedenti

 

La principale autorità mondiale in materia di rischio
Munich Re si occupa di rischi di varia complessità e gravità, che si tratti del lancio di un razzo, di un attacco informatico o di una pandemia globale, ed è attiva in tutte le linee di assicurazione a livello mondiale. Con oltre 140 anni di esperienza nel settore del rischio e 40.000 dipendenti in 50 Paesi, Munich Re è il partner più affidabile per il settore assicurativo globale e per i suoi clienti.

Rispetto delle normative più severe
Munich Re è all'avanguardia nella rivoluzione tecnologica che sta trasformando il settore assicurativo, sia nella disponibilità e nella capacità di analisi dei dati per la comprensione e il calcolo del rischio, che nello sviluppo di prodotti e servizi digitali innovativi per i clienti.

Anche gli istituti finanziari moderni operano in un contesto normativo sempre più complesso. Come ogni altra organizzazione finanziaria in Germania, Munich Re deve soddisfare requisiti severi stabiliti da BaFin, l'autorità di vigilanza finanziaria responsabile della stabilità e dell'integrità del sistema finanziario tedesco. Ma deve anche rispettare le normative in altri Paesi.

Visibilità e controllo all'avanguardia
Nell'ambito di un importante programma interno di servizi e trasformazione digitale, Munich Re ha richiesto lo sviluppo di un nuovo Configuration Management Database (CMDB) all'avanguardia di ServiceNow, che fornisce una tassonomia coerente per tutti gli elementi di configurazione utilizzati nell'ecosistema IT di Munich Re. Grazie al controllo centralizzato, consente l'accesso automatico a tutti gli asset e le fonti di dati utilizzati in tutta l'organizzazione. In precedenza, i team IT utilizzavano innumerevoli database singoli, spesso in fogli di calcolo gestiti manualmente e, allo stesso tempo, diverse applicazioni sviluppate internamente per gestire questi dati. "Non c'era alcuna visione end-to-end dei processi aziendali per gli asset dell'IT utilizzati in tutta l'azienda", afferma Richard Fothergill, Global Head of IT Service Management presso Munich Re.

L'introduzione di un CMDB di ServiceNow non solo offre all'azienda vantaggi sostanziali in termini di processi ed efficienza, fornendo una visione coerente del patrimonio IT del gruppo, ma consentirebbe anche di rispondere in modo preciso e rapido a tutti i requisiti normativi e di revisione dei dati.

Munich Re
CLIENTE
Munich Re
SEDE CENTRALE
Germania
SETTORE
Financial Services
DIPENDENTI
Oltre 39.600

Ora disponiamo di un CMDB unico che offre un'unica versione delle informazioni, uno strumento a livello aziendale utilizzato da tutti gli utenti di Munich Re.

Peter Schmidt

Head of Global ITSM Process and Tool Governance

Consegna rapida grazie a ITOM Discovery
Grazie allo sviluppo di un approccio snello e agile, combinato a un piccolo progetto pilota presso un data center, ServiceNow e CloudStratex, suo Premier Partner con sede a Londra, hanno ridotto la tempistica prevista del programma da 15 mesi a nove, offrendo al contempo risultati straordinari. Con ITOM Discovery, il 99% di tutti i componenti critici dell'ambiente IT di Munich Re è stato rilevato automaticamente. "Ci aspettavamo un 80% e abbiamo raggiunto il 99%, è fantastico", afferma entusiasta Duncan Dochrety, CTO presso CloudStratex, aggiungendo che il team è stato in grado di raggiungere questo obiettivo solo grazie alla scelta dell'approccio behavior-led scelto. Essendo parte delle funzionalità proposte da ITOM Discovery, l'approccio behavior-led consente di comprendere rapidamente tutti gli schemi di errore nell'area di destinazione per tema, invece di costringere il team a esaminare i singoli data center uno alla volta.

Il programma ha incluso più di 30 siti e data center invece dei 15 previsti ed è stato individuato oltre il 30% in più del previsto di database SQL.

Affidarsi a una fonte certa
Il CMDB di ServiceNow ha oggi la fiducia di tutta Munich Re in quanto "fonte certa", con la possibilità di applicare più criteri per estrarre tutti i dati necessari sia dal punto di vista dei processi aziendali sia per una completa revisione e conformità normativa. "Prima di introdurre il CMDB, era difficile determinare a quale scopo venivano utilizzate determinate infrastrutture e applicazioni, se e perché erano critiche", afferma Peter Schmidt, Head of Global ITSM Process and Tool Governance presso Munich Re. "Oggi, grazie all'accuratezza del rilevamento automatico, abbiamo un modello single-source-of-data che fornisce informazioni affidabili su tutti gli asset utilizzati."

Gli stakeholder in tutta l'azienda sfruttano i vantaggi in termini di produttività ed efficienza offerti dal controllo centralizzato, dalla trasparenza e da strumenti digitali agevoli. E non solo gli utenti del dominio si rivolgono a ServiceNow per conoscere lo stato dei loro componenti, ma il CMDB ha anche posto le basi per la creazione di report sulla conformità dei processi, consentendo così all'amministrazione di Munich Re di misurare la conformità normativa e rispondere ai revisori in modo molto più efficiente.

Ha inoltre contribuito in modo significativo alla creazione di una migliore comprensione delle dipendenze e dell'impatto per la gestione degli incidenti e dei cambiamenti, contribuendo a migliorare la stabilità.

Vantaggi aziendali a livello mondiale
Il programma continua con l'aggiunta prevista di ServiceNow Security Operations e Vulnerability Management per rafforzare la protezione dei dati e la sicurezza informatica di Munich Re. Inoltre, Munich Re punta a industrializzare le informazioni del CMDB per oltre 1.000 applicazioni in tutto il gruppo, di cui circa il 70% dovrebbe migrare al cloud pubblico entro la fine del 2023. Questo percorso comporterà il consolidamento di tutti i processi ITSM in ServiceNow. Rafforzerà ulteriormente i servizi di supporto digitale dell'azienda tramite il suo servizio di assistenza IT e consentirà una mappatura dei servizi completa in tutti i domini aziendali. Munich Re ha inoltre recentemente implementato il rollout di ServiceNow Software Asset Management, sfruttando i dati ora disponibili nel CMDB.

ServiceNow IT icon

IT Operations Management

Scopri la soluzione che aiuta Munich Re ad automatizzare l'accesso ai dati

Altre storie

Caso di studio

de Volksbank unifica l'architettura

La visibilità e l'automazione consentono a de Volksbank di semplificare l'approvvigionamento IT

Caso di studio

SES-imagotag automatizza il ciclo di vita del dipendente

SES-imagotag offre una maggiore efficienza e un migliore servizio ai dipendenti

Caso di studio

L'Aeroporto di Copenaghen unifica le richieste di servizio

L'Aeroporto di Copenaghen stabilisce una mentalità orientata al digitale e al self-service in tutta la struttura

Inizia a utilizzare ServiceNow

Vuoi diventare anche tu protagonista di una storia di successo?